Skip to main content

Zurigo, 30 gennaio 2024 – L’obiettivo a lungo termine di South Pole di ridurre le emissioni nette totali di gas serra a zero entro il 2040 è stato convalidato dalla Science Based Targets initiative (SBTi).

Sono stati inoltre convalidati gli obiettivi a breve termine di South Pole, che si impegna a raggiungere ambiziosi target di riduzione delle emissioni scope 1, 2 e 3 entro il 2030. South Pole darà priorità alla riduzione diretta delle emissioni e garantirà la neutralizzazione di tutte le emissioni residue in linea con i criteri SBTi per raggiungere le emissioni nette zero.

Nel 2021, South Pole ha visto approvati dall’SBTi i suoi obiettivi iniziali a breve termine, in quanto piccola-media impresa. Tuttavia, a causa della significativa crescita della società, sono stati decisi nuovi obiettivi più ambiziosi.

South Pole si è impegnata a raggiungere l’obiettivo a lungo termine di ridurre le emissioni assolute di gas serra scope 1, 2 e 3 del 90% entro il 2040 rispetto all’anno di riferimento 2019. Per il breve termine, gli obiettivi ora convalidati sono:

  • South Pole si impegna a ridurre le emissioni assolute di gas serra scope 1 e 2 del 72% entro il 2030 rispetto all’anno di riferimento 2019.
  • South Pole si impegna a ridurre le emissioni di gas serra scope 3 derivanti dai viaggi di lavoro in aereo del 91,5% per FTE entro il 2030 rispetto all’anno di riferimento 2019.
  • South Pole si impegna a ridurre tutte le altre emissioni assolute di gas serra scope 3 derivanti dai viaggi di lavoro del 27,5% entro il 2030 rispetto all’anno di riferimento 2019.

João Sargedas, Senior Manager, Sustainability, Compliance and Risk in South Pole, ha dichiarato: “L’SBTi è un vero e proprio indicatore di best practice nella definizione di obiettivi di riduzione delle emissioni credibili e basati su dati scientifici. Siamo lieti che i nostri obiettivi siano stati convalidati e possiamo ora continuare il cruciale lavoro di riduzione delle nostre emissioni in modo strutturato e ambizioso. South Pole darà priorità alle riduzioni dirette delle emissioni e garantirà la neutralizzazione di tutte le emissioni residue in linea con i criteri SBTi per raggiungere le emissioni nette zero. Questo è un altro passo importante nel nostro percorso di azzeramento delle emissioni, di cui siamo molto orgogliosi“.

South Pole calcola e dichiara le proprie emissioni di gas a effetto serra da molti anni e ha ottenuto la prima Limited Assurance indipendente nel 2023, per migliorare ulteriormente la qualità delle sue rendicontazioni.

L’iniziativa Science Based Targets (SBTi) è una collaborazione tra CDP, il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI) e il World Wide Fund for Nature (WWF). L’SBTi definisce e promuove le migliori pratiche nella definizione di obiettivi basati sulla scienza e valuta in modo indipendente gli obiettivi delle aziende. Più di 4.000 aziende in tutto il mondo stanno già lavorando con l’SBTi, avendo obiettivi convalidati che sono allineati con la più recente scienza climatica, quindi era naturale che continuassimo a far parte di questa iniziativa.